Consulenza legale gratuita per le vittime di violenza | IHAVEAVOICE
Home » Blog » Consulenza legale gratuita per le vittime di violenza

Consulenza legale gratuita per le vittime di violenza

Se siete state vittime di violenza, non siete più sole, Ihaveavoice vi aiuta attraverso una consulenza legale gratuita.

Consulenza Legale Gratuita: Dopo la nostra ultima denuncia contro in Revenge Porn, moltissime di voi ci hanno contattato per chiederci aiuto perché non sapevano cosa fare. Abbiamo così deciso di creare una task force per contrastare le chat di Telegram, raccogliendo informazioni e collaborando con la Giustizia affinché si possa intervenire nel modo più tempestivo possibile. Abbiamo inoltre istituito un servizio di consulenza legale gratuita per tutte le vittime, non solo di Revenge Porn, ma anche di tutte le altre violenze che le donne, purtroppo subiscono.

Che tipo di violenze potete denunciare e come vi tutela la legge?

  • Revenge Porn: chiunque diffonda illecitamente immagini o video sessualmente espliciti, che ti ritraggono, senza il tuo, consenso è punibile con la reclusione da uno a sei anni e con la multa da euro 5.000 a euro 15.000. È importante notare che non solo chi sottrae e mette in rete per primo questi materiali è perseguibile per legge, ma anche di li diffonde, condividendoli.
  • Violenza sessuale: chiunque ti abbia costretta a compiere o subire atti sessuali, con violenza, minaccia o con abuso di autorità, è punito con la reclusione da sei a dodici anni. Non occorre che il fatto sia violento: se non hai dato il tuo consenso per qualsiasi cosa riguardi la tua sessualità, hai subito violenza sessuale.
  • Percosse: Se sei stata picchiata, anche se non hai avuto conseguenze gravi, puoi denunciare il tuo aggressore, il quale potrà essere recluso fino a sei mesi. Anche se sei stata picchiata una sola volta e non ti sembra sia grave, non lasciare perdere, tutela te stessa e sporgi querela.
  • Lesioni: Se sei stata picchiata ed hai subito delle lesioni, con conseguenze fisiche o psichiche gravi o permanenti, chi ti ha aggredito è punibile con la reclusione da sei mesi a tre anni.
  • Atti persecutori (o “stalking”): se qualcuno segue i tuoi spostamenti in continuazione, o ti riempie di messaggi, telefonate, email, ecc., creandoti uno stato di angoscia e facendoti temere per la tua incolumità, puoi denunciare il tuo stalker, il quale può essere punito con la reclusione da sei mesi a cinque anni.

La legge è dalla tua parte e noi siamo qui per aiutarti.

Potrai agire in sede civile o costituirti come parte civile in un processo penale al fine di chiedere il risarcimento per i danni che hai subito.

 

Se hai dubbi e non sai cosa fare, scrivici in privato, mettiamo a tua disposizione una consulenza legale gratuita, nel corso della quale le nostre esperte ti spiegheranno quali siano i tuoi diritti e come puoi procedere.

Se deciderai poi di procedere in sede giudiziale, sappi che potresti avere diritto al gratuito patrocinio, ossia non dovrai pagare le spese legali (né l’avvocato, né altre spese processuali), se il reddito annuo del tuo nucleo familiare nel 2019 è stato inferiore a 11.493,82 euro, oppure, in alcuni casi, come per esempio se sei vittima di reati come violenza domestica, stalking, revenge porn, ecc., l’unico reddito che conta è il tuo personale.

Se hai subito violenza, non sei sola.

Noi di Ihaveavoice siamo qui per aiutarti.

Aiutatetici a diffondere questo post il più possibile, affinché possa arrivare a tutte le donne che sono state vittime di violenza e non sanno cosa fare.

Ihaveavoice si impegna tutti i giorni nella lotta contro le violenze e le disparità di genere, per creare un mondo migliore.

Sostienici con una donazione, anche la più piccola può fare la differenza!

Rispondi