La prima cosa che si nota di una donna è sempre il suo aspetto | IHAVEAVOICE
Home » Blog » La prima cosa che si nota di una donna è sempre il suo aspetto

La prima cosa che si nota di una donna è sempre il suo aspetto

La bellezza delle donne punta alla perfezione estetica.
 
Se una donna non ha le unghie dei piedi perfettamente smaltate e i talloni lisci, è sciatta. Per un uomo basta che i suoi piedi siano puliti.
 
Se una donna non si depila le gambe, non ha la pelle idratata, senza cellulite e smagliature, non si può guardare. Le sue gambe devono essere lunghe e muscolose (ma non troppo) e lei deve indossare scomodissimi tacchi a spillo che a lungo andare deformano i piedi, pur di slanciare la sua figura. Delle gambe di un uomo non se ne sente mai parlare, a meno che non fosse vestito da donna.
 
Le donne devono avere un sedere magro ma tondo, possibilmente sodo. Ovviamente non ci può essere nemmeno un pelo, e se vogliono piacere ancora di più è suggerito lo sbiancamento. Il sedere di un uomo è sufficiente che sia pulito, ma a volte nemmeno di quello si preoccupano.
 
Per i genitali, poi, per le donne è necessaria la depilazione completa, nonostante il dolore atroce, altrimenti fa schifo. E ci sono anche operazioni chirurgiche per modificarne l’aspetto e addirittura restituire la tanto ammirata verginità. Per gli uomini? Beh, se è pulito è già tanto.
 
Le donne devono avere la pancia piatta e tonica, anche da anziane, anche dopo aver partorito. Altrimenti bisogna nasconderla con abiti larghi. La pancia degli uomini? Si sa: “uomo de panza uomo de sostanza”.
 
Le donne devono essere magrissime ovunque, tranne che sul seno, quello deve essere grosso, altrimenti se lo devono rifare o vengono prese in giro a vita. Gli uomini non dovrebbero avere le tette, ma se le hanno, non importa, perché di un uomo “conta la personalità”.
 
Le donne non devono avere un pelo da nessuna parte, nemmeno sulle braccia, e sono costrette a subire dolorose e continue cerette o costosi trattamenti estetici. Gli uomini pelosi, invece, sono apprezzati perché hanno testosterone, quindi sono virili.
 
Le donne devono avere un viso liscio, sempre, senza rughe, anche quando l’età avanza, truccato ma non troppo, altrimenti sembra una “maschera”, ma nemmeno troppo poco, o sembra sciatta. La pettinatura deve essere perfetta, e naturalmente femminile, altrimenti sembra un maschiaccio e guai se ha anche solo qualche capello bianco, altrimenti è una vecchia. Le sopracciglia? A seconda delle mode, quando vanno sottili bisogna togliersele, quando vanno spesse bisogna farsele tatuare. Il naso deve essere piccolo, i denti bianchi, le labbra carnose e sensuali, la pelle uniforme, nessun pelo. Gli uomini? Ogni faccia va bene, anche il nasone, la barba, e con le rughe e i capelli bianchi sono pure affascinanti, e anche i calvi piacciono.

CIOCCOLATINI IHAVEAVOICE

Creati con amore in collaborazione con una azienda 100% femminile.

La prima cosa che si nota di una donna è sempre il suo aspetto, anche se è una dirigente, una scienziata, una scrittrice o qualsiasi altro lavoro che non c’entri nulla con la bellezza. Dell’aspetto di un uomo, invece, se ne parla solo se è bello, altrimenti “sarebbe scortese”.
 
Questo pensiero è così radicato nella società, che sono proprio le donne le prime a sentirsi inadeguate se non si conformano al modello estetico imposto, tanto che ci si critica e insulta a vicenda se non si rispettano i canoni.
 
E la cosa più terribile? Che non importa quanta fatica facciamo, quanto tempo e quanti soldi impieghiamo, probabilmente ci sentiremo sempre che qualcosa non va, oppure la moda cambia, e quello che prima andava bene, adesso non va più e dobbiamo cambiare ancora, in una continua rincorsa a voler essere ciò che non siamo, per piacere a qualcuno a cui probabilmente comunque non ha alcun vero interesse per noi, altrimenti dobbiamo subire critiche e sentirci che non siamo mai abbastanza.
 
Cosa succederebbe se potessimo uscire di casa esattamente come siamo, senza perdere ore di trucco e parrucco, senza aver speso capitali su creme e cremine che non fanno assolutamente nulla?
 
Quante cose faremmo in più se non dovessimo perdere tutto quel tempo e quei soldi solo per inseguire dei canoni sociali?
 
Cosa succederebbe se tutti notassero prima la nostra personalità del nostro aspetto? Quanto investiremmo di più su quello che ci interessa e ci fa divertire e meno su qualcosa di effimero come la bellezza?
 
Una donna già parte in svantaggio rispetto ad un uomo proprio per questo, perché è costretta a modificare il proprio corpo, solo per essere accettata e non criticata, mentre un uomo è libero di essere quello che è e va bene così.
 
La parità parte anche da qua.

P.S. Questa era la ragazza prima degli interventi estetici, per far capire che sì, andiamo bene lo stesso.

Scopri Maddy e il Viaggio
tra i Talenti

Il libro di IHAVEAVOICE per piccini ma anche per i grandi!

Ihaveavoice si impegna tutti i giorni nella lotta contro le violenze e le disparità di genere, per creare un mondo migliore.

Sostienici con una donazione, anche la più piccola può fare la differenza!

Rispondi