Ecco la paternità: gli scatti del fotografo svedese Johan Bävman | IHAVEAVOICE
Home » Blog » Ecco la paternità: gli scatti del fotografo svedese Johan Bävman

Ecco la paternità: gli scatti del fotografo svedese Johan Bävman

Le bellissime immagini che dimostrano cosa voglia dire la vera uguaglianza di genere quando si è genitori.

Ecco la paternità.

 

Questi scatti sono del fotografo svedese Johan Bävman.

 

In Svezia, il periodo postnatale dura 480 giorni (18 mesi), di cui 60 giorni obbligatori devono essere presi dal padre. Il resto, entrambi i genitori possono dividerselo come vogliono.

 

Johan Bävman, rimasto a casa in “paternità”, ha iniziato ad immortalare quel nuovo mondo, fotografando anche altri uomini che, come lui, stavano a casa con i loro figli

 

E il risultato sono queste bellissime immagini che dimostrano cosa voglia dire la vera uguaglianza di genere quando si è genitori.

 

“Tutto è iniziato quando ero a casa con mio figlio. Non sono riuscito a trovare libro o altro rivolto ai padri. Il sistema in Svezia e in altri paesi è più rivolto alle donne in famiglia. Volevo scoprire se riuscivo a trovare modelli paterni con cui confrontarmi. Non cercavo dei grandi papà. Volevo trovare padri che mostrassero le difficoltà di avere un figlio” ha dichiarato.

 

“Stare a casa non è sempre facile, è come un lavoro a tempo pieno, o anche di più” ha aggiunto l’artista, affermando che questo è qualcosa che le donne fanno da secoli e che la maggior parte della gente non trova ammirevole. Inoltre, osserva che se le donne fossero apparse nelle sue foto, probabilmente poche sarebbero state notate, perché quel ruolo in loro è dato per scontato.

 

“All’inizio pensavo fosse una questione economica (…) ma mentre scattavo queste foto, mi sono reso conto che si trattava anche di una mancanza strutturale e culturale. (…) Avere un figlio è difficile: non dormi abbastanza, puoi essere arrabbiato, stanco e frustrato. Poter stare a casa aiuta a capire il proprio partner e ad avere una relazione migliore” ha detto.

 

“Voglio che le persone parlino di questo lavoro e che tutti sappiano che tutti sono in grado di prendersi cura dei bambini. È qualcosa che hai nei tuoi geni. Quando hai un figlio, una madre non è meglio di un padre per prendersi cura del/la bambino/a. Non c’è nulla di biologicamente predisposto che dica che la madre sia migliore. Non c’è. È qualcosa che si impara per tentativi ed errori”, conclude.

 

Il superamento degli stereotipi di genere e la vera parità si vede anche da qua: impariamo che anche gli uomini possono davvero “fare” il padre.

 

E, soprattutto, impariamo che gli uomini e le donne hanno le stesse potenzialità e i talenti che ognuno di noi possiede non sono diversi in base al genere. Per questo ho scritto il libro “Maddy e il Viaggio tra i Talenti”, proprio per insegnare a tutti i bambini e le bambine che non esistono differenze di genere!

Scopri Maddy e il Viaggio
tra i Talenti

Il libro di IHAVEAVOICE per piccini ma anche per i grandi!

CORSI DI IMPRENDITORIA FEMMINILE

Abbatti i limiti e realizza i tuoi sogni!
CORSI

Ihaveavoice si impegna tutti i giorni nella lotta contro le violenze e le disparità di genere, per creare un mondo migliore.

Sostienici con una donazione, anche la più piccola può fare la differenza!

Rispondi