"Ve la diamo gratis..": il sessismo nelle pubblicità | IHAVEAVOICE
Home » Blog » “Ve la diamo gratis..”: il sessismo nelle pubblicità

“Ve la diamo gratis..”: il sessismo nelle pubblicità

La pubblicità sessista della SGS

“Ve la diamo gratis”.
 
E figuriamoci se non si casca sempre nei soliti cliché patetici: la cameriera vestita sexy, a disposizione dell’uomo arrapato.
 
E se questa pubblicità non fosse già abbastanza squallida, arriva anche la risposta di “scuse” dall’azienda che pensa bene di dire che mica è colpa loro, figuriamoci, siamo state noi ad “interpretare male il loro messaggio” che “voleva essere solo motivo di un sano sorriso”.
 
Fatevi una risata, insomma. Nemmeno quello siete in grado di capire?
Questa è “ironia che contraddistingue gli uomini e le donne liberi”: dire che le donne sono oggetti di piacere che la danno gratis per il piacere del maschio, dov’è il sessismo in tutto ciò?
 
Anzi, pare addirittura che questa “divertente” pubblicità sia stata creata “da un grafico “donna” e che la SGS dispone di personale quasi totalmente “donna”.”
 
Virgolettando la parola “donna”, sia mai che si fraintenda.
 
E poi, vuoi mettere “il personale quasi totalmente donna”? Un ottimo lavoro probabilmente sottopagato per fare le pulizie, wow, questo sì che è empowerment femminile! E ci scommetto che quel “quasi” sia dovuto al fatto che i dirigenti della società siano uomini, parità di genere perfettamente raggiunta, insomma!

CIOCCOLATINI IHAVEAVOICE

Creati con amore in collaborazione con una azienda 100% femminile.

Basta, vogliamo essere rispettare.
 
Cari titolari della SGS, voi il rispetto per le donne nemmeno sapete cosa sia, se credete che l’evidente allusione sessuale di dare in “omaggio” la parte intima femminile delle vostre lavoratrici debba far ridere qualcuno.
 
E, oltre alla meschinità di questo messaggio, continuate a ribadire che siamo noi donne a “fraintendere” quasi a darci delle sceme, mentre gli unici che non capiscono le basi della parità di genere e del rispetto per le donne siete solo voi.
 
Segnaliamo tutti la pubblicità all’Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria (IAP – link QUI), e vediamo se anche loro “fraintendono” il vostro fine umorismo da “uomini liberi”.
 
P.S. Care donne che lavorate da loro, vi consigliamo mettervi in proprio che datori di lavoro del genere non vi servono, se non sapete come fare, abbiamo dei corsi proprio per voi: basta essere sfruttate!

Scopri Maddy e il Viaggio
tra i Talenti

Il libro di IHAVEAVOICE per piccini ma anche per i grandi!

Ihaveavoice si impegna tutti i giorni nella lotta contro le violenze e le disparità di genere, per creare un mondo migliore.

Sostienici con una donazione, anche la più piccola può fare la differenza!

Rispondi