minacciata di stupro e insultata: licenziata | IHAVEAVOICE
Home » Blog » minacciata di stupro e insultata: licenziata

minacciata di stupro e insultata: licenziata

microsoft la licenzia per "tutelarla"

Minacciata di stupro e insultata: licenziata.


Questo è quanto accade in Brasile, dove Isadora Basile, assunta da circa un mese e mezzo dalla Microsoft per condurre il canale Youtube Xbox Brasil, ha dichiarato ieri: “All’inizio di settembre, quando ho annunciato il mio nuovo lavoro, ho subito attacchi di ogni tipo, da parte di persone che dicevano che non giocavo al gioco X o Y, quindi non ero ‘degna’ del mio lavoro, persino minacce di stupro e morte”.


Per questo motivo Microsoft decide di “tutelarla”, sapete come? 

Licenziandola.


Proprio così, mica denuncia chi l’ha insultata e minacciata, no, figuriamoci, quelli sono potenziali clienti che non si possono indispettire, quindi cosa c’è di meglio che liberarsi di una persona che, per il solo fatto di essere donna, subisce minacce ed insulti?


E questo mica lo fa un’aziendina che campa a stento con qualche cliente (che sarebbe comunque gravissimo), no, lo fa una delle aziende più potenti e ricche al mondo.


Complimenti a Microsoft per la scelta strategica: nascondersi dietro al scusa del “tutelare”, per sbarazzarsi di una donna non gradita da qualche misogino violento, rafforzando la posizione di questi ultimi che in futuro si sentiranno ancora più autorizzati ad insultare e minacciare le donne che “osano fare cose da uomo” come giocare ai videogiochi.


Magari, invece di stringere l’occhiolino ai misogini, sarebbe meglio bannarli e denunciarli, uno per uno, dando un segnale forte all’intera società che le donne sono libere di avere qualsiasi tipo di interesse e di fare qualsiasi tipo di lavoro, che non sono inferiori a nessun uomo e, soprattutto, che devono essere rispettare sempre e comunque.


Ecco, così sì, Isadora Basile sarebbe stata protetta, e non solo lei, ma tutte le donne del mondo. 

Ihaveavoice si impegna tutti i giorni nella lotta contro le violenze e le disparità di genere, per creare un mondo migliore.

Sostienici con una donazione, anche la più piccola può fare la differenza!

Rispondi