Su 100.000 persone che hanno perso il lavoro, 99.000 sono donne | IHAVEAVOICE
Home » Blog » Su 100.000 persone che hanno perso il lavoro, 99.000 sono donne

Su 100.000 persone che hanno perso il lavoro, 99.000 sono donne

disoccupazione femminile

Secondo l'Istat, a dicembre 2020, molte più donne sono diventate disoccupate

Di 101.000 persone che hanno perso il lavoro nel mese di dicembre 2020, ben 99.000 sono donne. Questi sono i dati che emergono nel report sull’occupazione, in particolare sui licenziamenti femminili dell’ISTAT relativi a dicembre 2020 (vedi QUA)

Quasi il 99% di donne lasciate a casa, contro solo l’1% di uomini.

 

Questa è l’impietosa situazione lavorativa delle donne in Italia.

 

Pagate meno: nonostante la legge preveda la parità salariale, i bonus vengono dati a discrezione e senza nessun motivo reale agli uomini.

 

Promosse meno: l’avanzamento di carriera viene dato in grandissima maggioranza agli uomini. Nonostante le donne abbiano risultati scolastici migliori, questa maggiore preparazione sparisce inspiegabilmente in ambito lavorativo.

 

Assunte meno: il tasso di disoccupazione femminile è superiore a quello maschile di 19,1 punti percentuali. Nel 2020, è emerso un allarmante incremento di 707.000 donne inattive (+8,5%), soprattutto nelle fasce giovanili.

 

Carico di lavoro maggiore: 3 milioni di madri impiegate con un figlio under15 hanno avuto un un carico di stress “elevatissimo” perché, a scuole chiuse, hanno dovuto garantire la presenza al lavoro e, nel contempo, assistere i figli nella didattica a distanza.

 

Licenziate di più: rispetto all’anno precedente, il 3,2% delle donne hanno perso il lavoro, mentre per gli uomini solo l’1%.

La parità di genere non è ancora raggiunta

Per chi dice che la parità di genere esiste, ecco a voi la verità: le donne nel mondo del lavoro sono quelle più sacrificate e meno valorizzate, e no, non è per differenza di meriti, ma per una palese cultura maschilista della società che considera le donne come responsabili dei lavori domestici e meno adatte alla carriera.

 

Questa mentalità va cambiata e la legge deve intervenire, regolando di più assunzioni e stipendi, in particolare i bonus e l’avanzamento di carriera.

 

Siamo nel 2021 e siamo stanche di non essere ancora considerate pari agli uomini. Ed è anche per questo che promuoviamo corsi per l’imprenditoria femminile: noi donne valiamo e se non ci vengono date le opportunità che meritiamo, ce le prendiamo da sole. Per saperne di più e iscrivervi ai corsi, cliccate QUA

CORSI DI IMPRENDITORIA FEMMINILE

Dai Sogni agli Obiettivi

Come diventare imprenditrice partendo da zero?

Scopri i nostri corsi pensati appositamente per te!

SOSTIENICI

IHAVEAVOICE si impegna tutti i giorni nella lotta contro le violenze e le disparità di genere.

Sostienici con una donazione, anche la più piccola può fare la differenza.

Scopri Maddy e il Viaggio
tra i Talenti

Il libro di IHAVEAVOICE per piccini ma anche per i grandi!

Ihaveavoice si impegna tutti i giorni nella lotta contro le violenze e le disparità di genere, per creare un mondo migliore.

Sostienici con una donazione, anche la più piccola può fare la differenza!

Rispondi