Finalmente vietati matrimoni infantili e mutilazioni genitali in Sudan | IHAVEAVOICE
Home » Blog » Finalmente vietati matrimoni infantili e mutilazioni genitali in Sudan

Finalmente vietati matrimoni infantili e mutilazioni genitali in Sudan

Grandi passi in avanti in Sudan per i diritti delle donne: No alle mutilazioni genitali femminili e ai matrimoni infantili.

Una splendida notizia: il Sudan, un Paese che fino a poco tempo fa considerava legale la terribile pratica delle mutilazioni genitali femminili e i matrimoni con bambine, fa un grandissimo passo in avanti di civiltà e, nel giro di pochi mesi, li ha vietati entrambi!

 

Da quest’anno, infatti, il Consiglio dei Ministri sudanese, un governo di transizione che si sta impegnando per attuare molte riforme. 

 

Il 22 aprile sono state vietate le mutilazioni genitali femminili, attuate per motivi culturali e religiosi. Attraverso queste mutilazioni si rimuovevano parzialmente o totalmente i genitali esterni, per l’idea che la donna non dovesse provare piacere nell’atto sessuale, e sono state praticate quasi all’intera popolazione femminile del Paese (circa l’87% delle donne di età compresa tra i 15 ei 49 anni). 

 

Legati a queste mutilazioni, ci sono molteplici rischi per la donna: infertilità, complicazioni durante il parto, anorgasmia, forti dolori durante i rapporti sessuali, cisti e gravi infezioni, oltre a gravi ripercussioni psicologiche. 

 

A luglio, con la ratifica del Consiglio Sovrano, le mutilazioni genitali femminili sono diventate ufficialmente un reato, punibile fino a tre anni di carcere e con ammende economiche.

 

Tuttavia, essendo diventata una tradizione radicata nella cultura sudanese, ci vorrà molto tempo prima che effettivamente venga debellata del tutto e, la cosa più triste, è che le donne anziane sono le prime ad apporsi, poiché questa usanza è legata all’onore della famiglia.

 

Le donne potranno viaggiare con i figli senza il permesso del marito:

L’altra buona notizia è arrivata a fine novembre, quando è stato annunciato che sarà reso illegale il matrimonio infantile, altra terribile usanza radicata in Sudan, dove circa un terzo delle ragazze si sposa prima dei 18 anni, e si arriva a sposare anche bambine di 11 anni, o anche meno. Una pratica che rovina la vita di molte donne, togliendo loro la possibilità di studiare, realizzarsi come persone, e rendendole succube dei mariti che potevano essere anche molto più grandi di loro, di 10/20 anni.

 

Infine, il governo provvisorio ha anche stabilito che le donne non avranno più bisogno del permesso di un membro maschio della loro famiglia per viaggiare con i loro figli, iniziando finalmente a riconoscere dei diritti civili e umani basilari. 

 

Grandi passi in avanti sono stati fatti, ma tanti ancora devono essere fatti per garantire a tutte le donne una vera libertà e rispetto, non solo in Sudan ma in tanti altri Paesi del mondo.

Scopri Maddy e il Viaggio
tra i Talenti

Il libro di IHAVEAVOICE per piccini ma anche per i grandi!

Ihaveavoice si impegna tutti i giorni nella lotta contro le violenze e le disparità di genere, per creare un mondo migliore.

Sostienici con una donazione, anche la più piccola può fare la differenza!

Rispondi

error: Il contenuto è protetto