Facebook minaccia la chiusura della pagina dopo il post sulle "Baby Influencer" | IHAVEAVOICE
Home » Blog » Facebook minaccia la chiusura della pagina dopo il post sulle “Baby Influencer”

Facebook minaccia la chiusura della pagina dopo il post sulle “Baby Influencer”

Facebook ha deciso di bannare la foto che abbiamo pubblicato, nonostante fosse censurata e senza nessun riferimento esplicito.

Vi ricordate la storia delle “baby influecer”, bambine anche piccolissime fotografate in abiti e atteggiamenti “sexy” dai genitori e messe sui social? E le gravi minacce che abbiamo ricevuto dai genitori?

 

 

Ebbene, Facebook ha deciso di bannare la foto che noi abbiamo pubblicato, nonostante fosse censurata e senza nessun riferimento per risalire alla bambina, diminuendoci la visibilità dei post e con la minaccia di chiuderci la pagina.

 

 

Non gliela lasceremo vincere. Siamo qua per combattere contro la pedofilia e le violenze di genere e non ci faremo mettere a tacere da genitori interessati a sfruttare l’immagine della figlia piccola per farla diventare una “modella”, con foto che attirano pedofili.

 

 

Abbiamo aperto una pagina di riserva, nel caso succeda qualcosa a questa, seguiteci QUI.

 

 

Vi chiediamo anche di sostenerci, perché vogliamo procedere per vie legali e abbiamo veramente bisogno di tutti voi. Siamo in oltre 47.000 followers, basta anche una piccola donazione, non diamogliela vinta. Sapete che combattiamo ogni giorno contro sessismo e violenza sulle donne e sui bambini, siamo sempre pronte ad aiutare chiunque abbia bisogno e adesso siamo noi ad aver bisogno di voi: sosteneteci!

 

Se volete approfondire l’accaduto ecco i link ai nostri articoli precedenti:

1 QUI

2 QUI

3 QUI

 

CORSI DI IMPRENDITORIA FEMMINILE

Abbatti i limiti e realizza i tuoi sogni!
CORSI

Scopri Maddy e il Viaggio
tra i Talenti

Il libro di IHAVEAVOICE per piccini ma anche per i grandi!

Ihaveavoice si impegna tutti i giorni nella lotta contro le violenze e le disparità di genere, per creare un mondo migliore.

Sostienici con una donazione, anche la più piccola può fare la differenza!

Rispondi